Shopping cart
0,00 €

Gattinara DOCG 2018
“Tre Vigne”

Disponibile

Nebbiolo- Gattinara Tre Vigne DOCG

Il “Tre Vigne” è un Gattinara che, nel bicchiere, si sviluppa con un colore granato luminoso e brillante. Le note fruttate sono quelle che, per prime, avvolgono il naso, lasciando poi spazio a tocchi che richiamano la cenere e sentori più terziari. All’assaggio è di ottimo corpo, caloroso e rotondo, con una trama tannica ben scolpita e un sorso contraddistinto da un leggero sentore sapido. Un’etichetta conosciuta e apprezzata, con cui Gattinara fa breccia, con ottimi punteggi, sulle guide italiane e internazionali.

50,00 

DOCG
Categorie: , Provenienza: ,

Specifiche

Tipologia Rosso
Denominazione Gattinara D.O.C.G.
Annata 2018
Alcol 14%
Nazione Italia
Regione Piemonte
Temperatura di Servizio 18°
Fermentazione e Affinamento  La vendemmia si svolge durante la prima decade del mese di Ottobre, e il mosto ottenuto dalla pressatura degli acini fermenta in serbatoi d’acciaio inox per 15 giorni, a una temperatura controllata. Segue quindi l’affinamento, che si svolge per 30 mesi in botti di rovere di Slavonia.
Abbinamenti: Fettuccina al ragù bianco di scottona, funghi porcini e fiori di zucca.Stracotto di Manzo con riduzione di vino rosso e chips di patate
Uvaggio Nebbiolo 100%
Note Contiene Solfiti

Storia del Produttore

La Storia di Travaglini nasce negli anni ‘20 del 1900, quando Clemente Travaglini inizia a vinificare l’uva dei suoi piccoli vigneti di proprietà.

È stato Clemente Travaglini a riconoscere il potenziale di questa regione stabilendo la prima cantina nel centro della città. La sua passione ha contribuito ad innalzare il profilo del Gattinara, un impegno che si è portato avanti attraverso le generazioni successive.

È il 1958 quando Giancarlo Travaglini eredita l’Azienda e la passione dal padre Arturo. Questo è l’anno del progresso e dell’evoluzione non solo all’interno della Travaglini, ma anche dal punto di vista vitivinicolo ed enologico, attraverso Giancarlo, che, grazie alla sua curiosità, cultura e passione, attua grandi cambiamenti nella cantina e nei vigneti grazie alla ricerca pionieristica in questa regione, per migliorarne i metodi di viticultura e quindi la qualità finale del prodotto.

Il 1958 è anche l’anno in cui Giancarlo disegna e brevetta la tradizionale bottiglia Travaglini o “bottiglia storta”.
Sono gli anni dei più grandi cambiamenti all’interno della Travaglini.
Le prime fiere sia nazionali che internazionali, i primi riconoscimenti ed i primi premi alimentano in Giancarlo la voglia di investire e crescere in un territorio in sviluppo, senza mai scendere a compromessi sulla qualità.
Sono gli anni in cui Giancarlo trasmette la sua passione alla figlia Cinzia che, stando al suo fianco, abbraccia i principi su cui poggia la Travaglini con uno sguardo sempre proiettato al futuro.
Grazie agli studi sul territorio e sulle tecniche di cantina, vedono la luce alcune etichette, parte ancora oggi del portafoglio Travaglini: Gattinara Tre Vigne, Il Sogno.

È la quarta generazione formata da Cinzia Travaglini e Massimo Collauto, che dal 2004 mantiene vivo il ricordo di Giancarlo aggrappandosi salda alle basi solide costruite dalle precedenti generazioni, impegnandosi in ricerche ed innovazioni. Continuano gli investimenti e gli ampliamenti iniziati da Giancarlo in parallelo sia in vigna che in cantina.

Dal 2019, anche la quinta generazione entra in Azienda. Oggi Cinzia, Massimo, Alessia e Carolina guidano l’Azienda portando Travaglini nel mondo.