Shopping cart
0,00 €

Barbera d’Asti DOCG 2019
“Ai Suma”
riserva

Disponibile

Barbera d’Asti DOCG 2019 – Ai Suma

Vino di colore rosso rubino intenso con riflessi granata.
Al naso esprime un profumo ampio, ricco, caratterizzato da numerosi sentori di frutti di bosco, note di vaniglia, liquirizia e cacao.

Al palato è pieno, poderoso, di grande struttura ma allo stesso tempo elegante e sensuale, armonico e molto persistente.

100,00 

DOCG

Specifiche

Tipologia Rosso
Denominazione Barbera d'Asti DOCG
Annata 2020
Alcol 15.00%
Nazione Italia
Regione Piemonte
Temperatura di Servizio 15°/17°
Fermentazione e Affinamento La fermentazione avviene per due settimane in vasche d’acciaio a temperatura controllata; poi per un anno il vino matura in grandi botti di rovere.
Abbinamento Salum misti, primi piatti, torciarelli all amatriciana, fusilloni con salsiccia di Monte San Biagio, ricotta fresca, radicchio e scaglie di primo sale, galletto ruspante, quaglia, coscia di pollo dissossata alla brace.
Uvaggio Montebruna è una Barbera d’Asti DOCG che nasce da uve al 100% di proprietà a Rocchetta Tanaro.
Note Contiene Solfiti

Storia del Produttore

Braida è la risata travolgente di Raffaella e lo sguardo assorto di Giuseppe. Due fratelli che portano nei geni e nei gesti il patrimonio di una eccezionale famiglia del vino italiano. Un patrimonio che con il lavoro di tutti i giorni consolidano e ampliano, condividendone i frutti migliori con la bella squadra di collaboratori, con l’imprescindibile paese natale, Rocchetta Tanaro, e con tutte le persone che amano i loro vini.

Braida è il “bosco dei pensieri”, lassù a Montebruna, e le barbatelle allineate e pronte a dar vita a una nuova vigna di Barbera all’Asinara. Biodiversità e rigore produttivo, genio, fantasia e rispetto della tradizione.

Braida è la storia della Barbera – dall’espressione più leggera e scanzonata a quella più profonda e sensuale – e l’inedita avventura dei vini bianchi di Langa tra Nascetta, Chardonnay, Riesling.

Braida è il sogno di Giacomo Bologna (Costruitevi una cantina ampia, spaziosa, ben aerata / e rallegratela di tante belle bottiglie, / queste ritte, quelle coricate, / da considerare con occhio amico nelle sere di / Primavera, Estate, Autunno e Inverno, / sogghignando al pensiero / di quell’uomo senza canti e senza suoni, / senza donne e senza vino, / che dovrebbe vivere una decina d’anni più di voi) che Raffaella e Giuseppe, con lavoro e dedizione, hanno reso una realtà solida, felice e amata.