Shopping cart
0,00 €

Spumante metodo Classico ‘Nature’

Non disponibile

Spumante Metodo Classico ‘Nature’ – Monsupello

Vino dal colore giallo paglierino carico con un perlage fine e persistente
Sentori complessi che ricordano la crosta di pane e gli agrumi maturi, note di cassis, mandorla amara e nocciola tostata

Dotato di un gusto secco, elegante, intenso e cremoso, di vivace freschezza

Il Brut Nature di Monsupello è uno spumante secco, elegante e intenso, ottenuto dalla spumantizzazione di uve Pinot Nero e di una piccola parte di Chardonnay. Un nome, una certezza e una garanzia di eccellenza, Monsupello appartiene a quella cerchia di case spumantistiche che sono diventate un punto di riferimento nel panorama enologico dell’Oltrepò Pavese, in virtù di spumanti unici e dal grande carattere. Merito sicuramente anche della lunga tradizione che lega la famiglia Boatti a queste meravigliose terre; una storia iniziata nel lontano 1893 e che continua ancora oggi tramite la produzione di Metodo Classico di rara qualità. Il Brut Nature è il simbolo più autentico di questa cantina, una bolle dal prestigio internazionale che ogni anno si conferma sempre tra le più interessanti espressioni del territorio e in generale di tutta Italia.

35,00 

Esaurito

Categoria: Provenienza: ,

Specifiche

Tipologia Spumante
Denominazione Spumante Metodo Classico 'Nature' - Monsupello
Annata 2019
Alcol 13.00%
Nazione Italia
Regione Lombardia
Temperatura di Servizio 8°/10°
Fermentazione e Affinamento Spumante prodotto secondo il metodo classico o champenoise, con rifermentazione in bottiglia.
Affinamento di almeno 36 mesi sulle fecce nobili.
Uvaggio Pinot Nero 90%, Chardonnay 10%
Note Contiene Solfiti

Storia del Produttore

Monsupello

L’Azienda Agricola Monsupello pone le sue basi oltre un secolo fa, nel 1893, quando la famiglia Boatti in località Cà del Tava nel comune di Oliva Gessi già si dedica alla cura di propri vigneti. Nel 1914 i Boatti acquistarono a pochi chilometri di distanza, un altro fondo detto “Podere La Borla” nel comune di Torricella Verzate. Qui costituirono la cantina, quella stessa che oggi è stata potenziata e ammodernata per la vinificazione delle uve dei poderi originari e di quelli via via acquistati.
Nel 1959, Carlo Boatti, impresse all’Azienda un ulteriore sviluppo, la rimodernò acquisendo nuovi terreni nei comuni di Casteggio, Redavalle, Pietra de’ Giorgi, ridisegnò la struttura varietale con l’introduzione di nuovi vitigni, attuò nuove strutture di cantina, realizzò un moderno impianto di vinificazione, imbottigliamento e stoccaggio dei vini. Oggi la Monsupello è gestita dagli Eredi di Carlo, la moglie Carla e i figli Pierangelo e Laura Boatti, affiancati da un preparato staff tecnico in vigneto e cantina coordinato dall’Enologo Marco Bertelegni.

I 50 ettari di vigneti di proprietà, coltivati per avere basse rese di uva ad ettaro, la vendemmia manuale esclusivamente in cassetta, le rese uva/vino inferiori al 55% sono l’impegno che ci poniamo per presentare vini strutturati ed armonici che possano dare al consumatore delle emozioni. L’Azienda è in continua evoluzione secondo le attuali esigenze di mercato e ben determinata a proseguire il cammino iniziato da Carletto, basato su obiettivi qualitativi che l’hanno portata nel tempo ai vertici dell’enologia italiana, con numerosi riconoscimenti dalle varie Guide.