Shopping cart
0,00 €

Aglianico

Disponibile

Campania Aglianico

Vino dal colore rubino brillante nel calice, bouquet contraddistinto da toni di visciola, mirto, erbe aromatiche e note di violetta.

Buon corpo, tannino vivace e piacevole sapidità.

24,00 

IGT
Categoria: Provenienza: ,

Specifiche

Tipologia Rosso
Denominazione Campania Aglianico
Annata 2021
Alcol 13.50%
Nazione Italia
Regione Campania
Temperatura di Servizio 18°/20°
Fermentazione e Affinamento Raccolta manuale di grappoli selezionati in cassette da 15 kg, macerazione sulle bucce ad una temperatura di circa 26°C per 15-20 giorni, durante i quali vengono eseguiti periodicamente rimontaggi e délestages. Alla svinatura segue la fermentazione malolattica, quindi il passaggio in legno (barriques di rovere francese) per 12 mesi, con un conclusivo affinamento in bottiglia di 12 mesi.
Abbinamento Fusilloni con salsiccia di monte san biagio, torciarelli all’ amatriciana.
Uvaggio Aglianico 100%
Note Contiene Solfiti

Storia del Produttore

All’inizio degli anni ’80 i fratelli Erminia, Generoso e Roberto Di Meo rilevano la storica azienda agricola dei genitori Vittorio e Alessandrina, situata a pochi chilometri da Avellino, nel comune di Salza Irpina. La proprietà, in passato appartenuta ai Principi Caracciolo, è circondata da lievi e ventilati declivi collinari, sui quali domina un caratteristico Casino di caccia del ‘700.
L’obiettivo dei tre fratelli è quello di produrre vini a partire dalle varietà autoctone più diffuse in Irpinia, come il Fiano, il Greco, l’Aglianico e la Coda di volpe, e di valorizzare il patrimonio di tradizioni culturali di cui sono ereditari.

Vengono impiantati i vigneti e nel 1986 arrivano i primi vini di famiglia: nasce così l’ azienda vitivinicola Di Meo.

Mentre l’Irpinia del vino conosce un periodo di forte sviluppo, con l’importante riconoscimento delle tre DOCG Fiano di Avellino, Greco di Tufo e Taurasi e la crescita di un comparto vitivinicolo di significativa qualità, il progetto enologico dei Di Meo si evolve rapidamente: alla produzione di vini, nelle aree più vocate della provincia, si affiancano quella dei liquori, dei distillati e di altri prodotti enogastronomici irpini, ed in pochi anni l’azienda si configura tra le realtà produttive più prestigiose del territorio.

OGGI

Oggi l’azienda è gestita da Roberto, enologo e responsabile commerciale, e da Generoso, promotore di “Di Meo Vini ad Arte”, un progetto di valorizzazione e diffusione nel mondo del patrimonio culturale irpino e campano: anche questo, come il vino, un modo per celebrare il legame familiare con il territorio e per offrire la sua storia al gusto contemporaneo.