Shopping cart
0,00 €

Moscato in Anfora IGT
“Sciobaco”

Non disponibile

Sciobaco – Moscato

Vino dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli in gioventù, al naso è potente ed esprime le note terpeniche della varietà (rosa e geranio), in bocca è sapido e complesso.

18,00 

Esaurito

IGT
Categoria: Provenienza: ,

Specifiche

Tipologia Bianco
Denominazione Sciobaco - Moscato
Annata 2022
Alcol 12.66%
Nazione Italia
Regione Lazio
Temperatura di Servizio 13°
Fermentazione e Affinamento Finita la fermentazione affina per due mesi sui propri lieviti.
Abbinamento Agnello alla brace, galletto ruspante, quaglia alla brace, gnocchi del salernitano.
Uvaggio Moscato di Terracina 100%
Note Contiene Solfiti

Storia del Produttore

Il rispetto del territorio e l’amore per la terra, la conservazione della biodiversità, l’esaltazione dell’unicità di una zona, di un prodotto, di un vino: possiamo racchiudere in queste poche parole tutta la filosofia aziendale dell’agricola D’Ausilio.

La potatura viene effettuata rispettando i flussi linfatici della pianta e i trattamenti vengono effettuati secondo i principi di agricoltura biologica, in modo da ottenere un’uva sana e salubre, che permette di ridurre al minimo le operazioni in cantina. La scelta dei vitigni è stata dettata dal territorio, che ospita da sempre il moscato, uva molto aromatica che qui riesce ad esprimere elevate intensità olfattive e gustative.

Altro vitigno ormai adattatosi perfettamente alle terre del sud­ pontino è la Syrah che, nello Sciobaco trova un terroir che la rende fine ed elegante.
Questi sono dunque gli strumenti con cui l’azienda, che è collocata a pochi chilometri sia dal mare che dai monti, riesce a produrre vini con spiccate doti di acidità, sapidità e mineralità.

Il Vigneto

lmpiantato nel 2011, sesto d’impianto di 2,5 x 1m, densità di 4000 piante per ettaro, con l’obbiettivo di produrre non più di 1,5 kg di uva per pianta. Allevato contro spalliera con potatura a guyot. Si effettuano la selezione dei germogli ed eventualmente il diradamento dei grappoli per il raggiungimento della qualità desiderata. Coltivato in conversione biologica dal 2016.